23 Gennaio 2018

Avis Loves Scuola

Progetto Scuole Avis

Per il secondo anno consecutivo Avis Mortara ha portato avanti il progetto Avis Loves Scuola rivolto agli studenti che frequentano gli istituti scolastici della città.

Per quanto attiene all’attività svolta presso la Scuola Elementare “Teresio Olivelli”, dopo la buona riuscita del progetto svolto lo scorso anno scolastico e limitato a due classi soltanto, quest’anno la docente referente Rosella Savini ha deciso di coinvolgere tutte le classi quinte di Mortara, ed inoltre, di estendere la partecipazione anche alla classe quinta di Parona, afferente allo stesso istituto comprensivo. L’incontro con i bambini avverrà nel mese di aprile e sarà articolato in due momenti: i volontari Avis si recheranno a scuola dove presenteranno agli alunni la realtà Avis, mentre il dottor Gabriele Biaggi illustrerà l’importanza del sangue, la sua composizione, accennando ai rischi collegati a tabagismo ed alcolismo. In un secondo momento poi, avverrà la visita alla sede Avis, così che i bambini possano vedere in prima persona il luogo dove si svolge l’attività avisina e il percorso del Donatore.

Nel mese di maggio Avis sarà presente con il suo gazebo ai “Giochi della Gioventù” delle Scuole Elementari ed anche ai giochi sportivi dei più piccoli, gli alunni della Scuola dell’Infanzia.

Riconfermato è anche l’appuntamento con le classi della Scuola Media Inferiore “Josti – Travelli”; a differenza dello scorso anno, la lezione sarà rivolta non più alle classi terze, ma alle classi seconde, per una maggiore coerenza col programma di scienze svolto dai discenti a scuola. Durante il mese di marzo, le classi si recheranno a Palazzo Cambieri dove assisteranno ad una presentazione interattiva e, contestualmente, visiteranno la sede. Un prezioso ringraziamento va alla Professoressa Chiara Gatti che collabora stabilmente con Avis per la riuscita degli incontri con gli studenti.

Avis sarà presente anche durante le “MiniOlimpiadi”, i giochi studenteschi che si svolgeranno durante il mese di maggio.

Grazie alla collaborazione con la docente referente Professoressa Maiocchi, Avis Mortara è riuscita nell’obiettivo che si era posta: portare il suo progetto anche alle classi quinte dell’Istituto di Istruzione Superiore “A. Omodeo”, rivolgendosi quindi a coloro che nell’immediato futuro possono divenire donatori. Il progetto è proposto a tutte le classi quinte dei licei Scientifico, Linguistico e Artistico ed anche alla classe quinta dell’istituto Tecnico-Settore Economico (Indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing). Gli alunni coinvolti hanno assistito, lo scorso 16 gennaio, ad una presentazione medica, adattata al proprio indirizzo di studio, con una panoramica sulla realtà Avis e sul modulo di consenso responsabile. L’intervento ha incluso anche un focus dedicato alla testimonianza di giovani donatori e volontari di Avis Mortara.

In collaborazione con il referente scolastico Professor Giampio D’Amico, si è avviato inoltre il progetto Studenti con Avis. Nello specifico, 31 alunni delle classi terze A e B del Liceo Scientifico “A. Omodeo” stanno svolgendo presso la nostra sede le 50 ore richieste dal piano di Alternanza Scuola Lavoro nazionale. Gli studenti, suddivisi in gruppi, si occupano sia della parte amministrativa (affiancati da Emanuela Prinetti, segretaria Avis Mortara) che della parte medico-sanitaria inerente alla fase di donazione, affiancati dal dott. Biaggi e dal personale volontario. Durante le ore di parte amministrativa, i discenti apprendono una breve storia della medicina trasfusionale, la gestione del donatore dal punto di vista associativo e medico, che cosa sia e come funzioni una Onlus. Successivamente familiarizzano con il processo di accreditamento e certificazione dell’unità di raccolta, con il sistema gestione qualità e, connesso a ciò, con la gestione di documenti, strumenti ed attrezzature. Metteranno infine in pratica le conoscenze acquisite nell’analisi dei report dei data-logger utilizzati per il trasporto delle sacche, calcolando temperatura media, deviazione standard e devianza. Infine realizzeranno grafici riassuntivi su Word 2013 da inviare al CLV dell’IRCCS Fondazione Policlinico San Matteo di Pavia per la convalida del processo di trasporto.

Per la parte medico-sanitaria i ragazzi, sempre suddivisi in gruppi, affiancheranno il personale volontario nella fase di accettazione del donatore, prendendo visione del programma gestionale Emonet. Inoltre impareranno a conoscere le modalità di selezione del donatore (misurazione pressione arteriosa, emoglobina e analisi del modulo di consenso responsabile). Assisteranno il personale medico sanitario durante la seduta di prelievo e nel trasporto presso il CLV dell’IRCCS Fondazione Policlinico San Matteo di Pavia, dove visiteranno i locali nei quali viene effettuata la prima lavorazione sulle sacche ed in cui si effettuano gli esami di validazione delle stesse.

Il progetto ALS include anche un report finale degli studenti sulle attività svolte, il quale sarà oggetto di valutazione da parte dei tutor Avis e del tutor interno all’istituto, il Prof. D’Amico per la classe 3° A e la Prof.ssa Clerici per la classe 3° B.

L’Alternanza Scuola Lavoro è il fiore all’occhiello del Progetto Scuole perché permette di far conoscere da vicino e nel dettaglio il funzionamento dell’opera di Avis ai ragazzi, rendendoli partecipi attivamente nella vita dell’associazione.

L’obiettivo che Avis si pone è confermare tutti i progetti e gli incontri organizzati quest’anno e di instaurare per il prossimo settembre anche una collaborazione con l’Istituto d’Istruzione Superiore “Ciro Pollini”.

Federica Babetto
Silvia Bacchetta

Follow us